Perdersi di vista

Un’assenza durata un po’ troppo la mia. Lo ammetto, mi sono lasciata trascinare dagli eventi, mi sono lasciata sopraffare dagli impegni e ho perso di vista lo scorrere del tempo.

Le ultime settimane sono state difficili: ho cercato di incastrare lavoro, famiglia e nuovi progetti accumulando un impegno dopo l’altro e all’improvviso mi sono ritrovata senza fiato, spaesata. Ho fatto fatica a riconoscermi guardandomi allo specchio: ho riconosciuto l’impegno e la voglia di fare, quelli sì, ma io dov’ero?

Da qualche tempo ho iniziato a ragionare seriamente sulla persona che sono e su quella che mi piacerebbe diventare, e ho capito che alla base di tutto c’è una sola certezza: non dedico abbastanza tempo a me stessa. E non parlo di un tempo fatto di minuti, di ore, di settimane, perché lavorando da freelance il tempo materiale che trascorro sola con me stessa è davvero molto.

Parlo di attenzioni, di piccoli gesti quotidiani dedicati soltanto a me stessa al solo scopo di stare meglio, di vedermi meglio, di percepirmi con maggiore consapevolezza. E invece no, metto sempre per primi i doveri: di professionista, di madre, di compagna e via dicendo.

Che poi alla fine sono anche brava: se non pensassi al disordine di cui spesso mi rendo colpevole, per il resto potrei sembrare quasi capace di gestire tutto. I lavori consegnati sempre in tempo, i vestiti sempre lavati, la spesa sempre fatta.

Ma allora perché non riesco a raggiungere un equilibrio sano quando si tratta di me? Perché ho sempre la sensazione di essere sulla strada dell’autodistruzione? Il problema è che non riesco a creare delle abitudini sane, non riesco a impormi ogni giorno di fare sport, o anche solo una camminata, anche se il mio corpo mi chiede aiuto in ogni momento. Non riesco a mangiare in modo più sano e organizzato nonostante sia questo uno dei miei desideri più grandi. Riesco a prendermi cura degli altri ma non di me stessa, che assurdità.

Non lo so, forse la mia è soltanto pigrizia, o forse non ne sono davvero capace, ma se riesco a raggiungere risultati in altri ambiti della mia vita perché non dovrei riuscirci anche in questo caso? Certo, la mente umana è complicata e o non sono stata mai brava a entrare in contatto con il mio io più profondo, ma da oggi voglio almeno provarci. Perché in fondo a che serve impegnarsi ogni giorno per raggiungere risultati anche importanti se poi non stiamo bene con noi stessi?

E questa è anche una richiesta di aiuto: quali sono i vostri segreti per sentirvi bene, come riuscite a fare ogni giorno qualcosa che vi faccia stare in pace con voi stessi? Come riuscite a essere costanti? Come fate a non perdervi mai di vista? E se invece come me non siete affatto capaci di farlo…quale pensate possa essere il punto di partenza per migliorare? Raccontatemi i vostri segreti: chissà che non funzionino anche per me.

***

Soundtrack: Afterhours – Quello che non c’è

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...